#VOICES, storie di sostenibilità, incontra @ALICEFUL, la storia di uno stile di vita leggero e lento, in armonia con i ritmi della natura, contro il cambiamento climatico.

Da alcuni mesi seguiamo su instagram i suoi consigli, le sue coraggiose dichiarazioni, i suoi punti di osservazione; una visione molto familiare a HENRY & CO.. Sappiamo bene che spesso proprio tornando alla semplicità, rallentando, magari facendo anche un passo indietro, si può sorprendentemente evolvere verso una soluzione di creatività sostenibile più innovativa.

Oggi, rimpatriata da pochi mesi, Alice ha scelto di coniugare le competenze già maturate nell’ambito della comunicazione con le nuove consapevolezze acquisite durante i suoi viaggi, interiori quanto esteriori, dando il via al progetto instagram “vedere verde” – @aliceful – dove racconta i vari volti della sostenibilità.

È qui che Alice racconta di stili di vita etici e sostenibili, coniugando il suo talento digitale – si definisce una Nomade Digitale – al suo amore per la terra e per la vita semplice che la portano ad abitare i diversi luoghi dove di volta in volta trova una nuova missione lavorativa da svolgere. Ed entrambe le attività le riescono con facilità e buoni risultati. Oggi il suo profilo ha oltre 11 mila follower, e cresce velocemente, è ormai a tutti gli effetti una green influencer.

Mentre, seduta dietro la mia scrivania da social media strategist contribuivo a spingere le persone ad acquistare prodotti di cui non avevano davvero bisogno, guardavo fuori dalla finestra e sentivo che rischiavo di perdermi qualcosa, irrimediabilmente
Le calotte polari si sciolgono e cresce il livello dei mari. In alcune regioni i fenomeni meteorologici estremi e le precipitazioni sono sempre più diffusi, mentre altre sono colpite da siccità e ondate di calore senza precedenti, impattando inesorabilmente sul paesaggio e minacciando la biodiversità di ogni territorio.

Se vogliamo continuare a godere delle meraviglie che la terra ci offre, se vogliamo continuare a viaggiare e visitare il mondo, dobbiamo salvarlo. Viaggi e sostenibilità sono due concetti profondamente legati e per questo Alice decide di partire per l‘Australia.

Australia

Travel. Enjoy. Respect.

#travelenjoyrespect (World Tourism Organizations)

Mi aspettavo avventura, un’esperienze di vita e di popoli. Quando cominci a farti delle domande a cui non trovi risposta, c’è bisogno di allontanarsi dal tuo centro, per scoprire che esistono risposte differenti. Non avevo programmi o aspettative particolari, ma l’Australia ha continuato a stupirmi. Io l’ho ribattezzata terra di rinascita e libertà.

Alice ha lavorato per 4 mesi in una farm del New South Wales, lavorando la terra e raccogliendone i frutti. Un’esperienza genuina di contatto con la natura e i suoi ritmi, dove ti nutri di ciò che produci. Un concetto così distante dalla vita d’ufficio.

Dopo l’Australia, ci sono state la Nuova Zelanda, Malaysia, Singapore, Indonesia, Cina, Hong Kong, Cambogia, Vietnam e Thailandia. Alice cerca ogni volta di vivere appieno le terre che la ospitano, in modo sostenibile e consapevole, e, fedele alla sua indole digitale, non smette mai di raccontare sui canali social le sue avventure. Leggere i suoi post-racconti è un’esperienza unica, immersiva e potente.

Ho deciso di iniziare a fare divulgazione sul tema della sostenibilità, e ritornare a fare comunicazione, ma stavolta con l’obiettivo di aiutare aziende, brand, enti e associazioni che operano con finalità etiche e responsabili. La comunicazione ha un ruolo cruciale nel rendere le persone consapevoli e questo mondo un posto migliore.

Su @aliceful impariamo ad adottare un nuovo stile di vita più consapevole: semplici gesti, piccole attenzioni e grandi visioni; comprese tutta la schiera di difficoltà, dubbi e contraddizioni che questa scelta comporta.

“Vedere Verde” parla di viaggi responsabili e sostenibili, zero-waste, economia circolare, stili di vita alternativi, green jobs, news, greenwashing, vivere consapevole, green economy, autoproduzione, sharing apps e molto altro. Gli argomenti vengono trattati con leggerezza, ironia e semplicità, per avvicinare e appassionare ogni lettore, e rendere alla portata di tutti temi a volte ostici o complessi.

 

Andamento lento, impronta ambientale leggera

È ancora largamente diffusa la convinzione che ecologia e sostenibilità siano associati ad uno stile di vita minimalista e votato a sottrazioni e rinunce. Ma è assolutamente possibile essere consapevoli e sostenibili senza farsi mancare niente. La verità è che ci si libera solo dell’eccesso, del superfluo e resta solo ciò che davvero serve, con il sorprendente risultato di distribuire meglio le energie, e il tempo.

Il percorso di Alice, verso una condotta di vita più sostenibile, è partito proprio dalla gestione del denaro. Perché la società moderna ruota attorno al denaro. Si vuole lavorare di più, per guadagnare di più, spendere di più e possedere di più. Ed è proprio questo ingiustificato circolo vizioso frenetico e inconsapevole che ci sta portando verso la rovina.

Rallentare. Fermarsi.

Alice ha imparato a cucinare, per risparmiare denaro e per risparmiare cibo. Ha gradualmente eliminato la carne e poi i suoi derivati, ha imparato a nutrirsi solo degli alimenti locali e stagionali. Ha ridotto i rifiuti, imparato a riciclare, riutilizzare, riparare. Ora vuole trasmettere questa cultura del cambiamento a tutti i follower di @aliceful.

Online possiamo trovare intere squadre di professionisti, divulgatori o appassionati pronti a insegnare qualcosa di nuovo: e così ho imparato ad autoprodurre cibi e saponi, informarmi sulla provenienza, produzione e impatto ambientale di ogni mio acquisto. Ho imparato molto e ogni giorno scopro un nuovo modo per contribuire alla salvaguardia del pianeta, mentre accresco la qualità della mia vita, e muoio dalla voglia di raccontarvelo!

Vivere leggeri si impara praticandolo, e fa bene all’anima, alla mente e al corpo.

Alice ama riportare la citazione di Bruce Chatwin, tratta dal libro “Le Vie dei Canti” scritto proprio in Australia, sulle tracce degli aborigeni australiani, camminatori e nomadi:


«Oggi più che mai gli uomini dovrebbero imparare a vivere senza gli oggetti. Gli oggetti riempiono l’uomo di timore: più oggetti si hanno più si ha da temere. Gli oggetti hanno la capacità di impiantarsi nell’anima per poi dire all’anima che cosa fare.» 

Oggi, dopo la sua esperienza a Lipari, dove, assieme alla sua compagna, ha collaborato presso una piccola azienda agricola in cambio di vitto e alloggio, sta aspettando di ripartire per le Eolie, dove trascorrerà la stagione estiva prestando servizio sull’isola di Salina. Il futuro è ancora senza programmi, forse un master, forse un altro lavoro per visitare una nuova terra, o magari riavvicinarsi al mondo della comunicazione sostenendo i brand che promuovono cause sociali o ambientali.

Unire il lavoro, con la passione per il viaggio lento.
Lasciare un’impronta leggera sulla terra che visiti e sul mondo che ti ospita.
Contribuire a rendere il pianeta un po’ migliore di come l’ho trovato, per le generazioni successive. 

 

Antonella Manenti HENRY & CO.Antonella Manenti
Art Director HENRY & CO.