Le api sono così importanti per la sopravvivenza del Pianeta che è stata dedicata loro una giornata mondiale. Festeggiata settimana scorsa, il 20 maggio e Istituita dalle Nazioni Unite nel 2017. Come è stata festeggiata?

Quando una minuscola ape vola su un prato trasportando il polline, sta lavorando anche per te, per noi, per la vita sul pianeta. Oggi sappiamo che circa il 35% della produzione di cibo a livello globale dipende dal ruolo svolto dalle api.

Le api sono comparse sulla terra 30 milioni di anni fa Dalla fine degli anni 90 molti apicoltori (soprattutto in Europa e Nord America) hanno iniziato a segnalare un’anomala e repentina diminuzione nelle colonie di api. In Europa, quasi metà delle specie di insetti è in grave declino e un terzo è in pericolo di estinzione.

Le cause?

l’agricoltura intensiva, in primis.

Pesticidi, cambiamento di habitat, monocolture, parassiti, malattie, inquinamento ambientale, e cambiamenti climatici. Uno scenario del genere debilita e indebolisce l’organismo di questi preziosi insetti, rendendolo inadatto a svolgere l’importante compito scritto nei loro geni. Le api muoiono e gli alveari si svuotano senza che il lavoro che sono chiamate a svolgere sia portato a compimento.

Chi impollinerebbe le coltivazioni

L’impollinazione artificiale è una pratica faticosa, lenta e costosa. Il valore di questo servizio, offerto gratis dalle api di tutto il mondo, è stato stimato in circa 265 miliardi di euro all’anno. Difendere le api è quindi nel nostro interesse, anche da un punto di vista economico. Il ripristino degli habitat naturali, insieme ad una drastica riduzione degli input agro-chimici e alla riprogettazione agricola, è probabilmente il modo più efficace per evitare ulteriori diminuzioni o scomparse degli insetti impollinatori, in particolare nelle aree ad agricoltura intensiva.

Come è stata festeggiata la giornata mondiale delle api?

Il 20 maggio è stata Giornata Mondiale delle Api e l’Italia intera, territorio eccezionale di biodiversità, da nord a sud, a livello locale e nazionale si è attivata per celebrare questa importante giornata, puntando su sensibilizzazione e azioni pratiche.

Alcune associazioni hanno colto l’occasione per rinnovare il proprio impegno di sensibilizzazione pubblica e istituzionale, come il WWF hanno che ha rilanciato la raccolta delle firme Stop ai Pesticidi in difesa delle Strategie UE “Farm to Fork” e “Biodiversità 2030” che fissano importanti obiettivi per la conservazione delle api e altri insetti impollinatori. Nell’ambito della propria campagna Food4Future il WWF invita i cittadini a chiedere alla Commissione Europea, il divieto dei pesticidi più pericolosi per le api e gli altri impollinatori, e più sostegno all’agricoltura biologica.

Legambiente, in collaborazione con FRoSTA (multinazionale tedesca specializzata nella produzione di surgelati) in occasione della Giornata Mondiale delle Api, rinnova il progetto Save the Queen, a salvaguardia delle api e della biodiversità, donando 50 arnie a 5 diversi apicoltori del centro Italia.

Save the Queen

Crea Agricoltura e Ambiente, il principale Ente di ricerca italiano dedicato alle filiere agroalimentari con personalità giuridica di diritto pubblico, vigilato dal Ministero delle politiche agricole, alimentari, forestali (Mipaaf), ha avviato un monitoraggio Ue (della durata di 30 mesi) delle api nel Mediterraneo centrale, con l’obiettivo di tutela degli insetti e della biodiversità delle aree osservate.

Bee Marathon, inoltre, è il programma di CREA Agricoltura e Ambiente di 21 seminari che spaziano su vari aspetti delle api e dell’apicoltura.            .

FAO, l’Organizzazione delle Nazioni Unite per l’alimentazione e l’agricoltura, ha organizzato nella Giornata Mondiale delle Api un evento virtuale sul tema “Bee engaged – Build Back Better for Bees”  in cui si è invitato alla cooperazione e alla solidarietà globale per supportare le attività agricole come fonti di reddito e contribuire alla rigenerazione dell’ambiente e alla biodiversità  iniziando col proteggere gli impollinatori.

Non si può non segnalare la pagina web interamente in italiano, dedicata alla Giornata Mondiale delle Api dal portale turistico ufficiale della Slovenia. Il paese, che ha lanciato la proposta di istituire questa giornata in questa pagina spiega cosa è, perché e nata e anche tutte le attività turistiche, o meglio apituristiche, che la Slovenia offre per conoscere il suo territorio e la sua grande tradizione apistica.

Dal 20 maggio (Giornata Mondiale delle Api) al 5 giugno 2021 (Giornata Mondiale dell’Ambiente) ha preso il via il primo evento cittadino diffuso dedicato alla sensibilizzazione, alla scoperta e all’incontro delle api, degli apicoltori e del miele come alimento completo e naturale: #BeeBo – Una Città per la Biodiversità è l’iniziativa promossa da CONAPI Consorzio Nazionale Apicoltori, con sede a Monterenzio (BO). 

Biodiversità e api - BeeBo

Conapi partecipa anche a Ogni ape conta”, una campagna volta a proteggere le api e a favorire la biodiversità. Con Coop da capofila, le aziende agricole sue fornitrici, Conapi, LifeGate e il Dipartimento di Scienze e Tecnologie Agro-Alimentari dell’Alma Mater Studiorum-Università di Bologna (considerato punto di riferimento in Italia sullo studio degli insetti impollinatori), si è già arrivati a oltre 1 miliardo di api ospitate o protette. Ogni anno questo numero aumenta. Intorno al 20 maggio sugli scaffali dei 1100 negozi Coop in tutta Italia saranno in promozione il Mille Fiori Coop, il Fior Fiore di Agrumi di Sicilia e Calabria e il Fior Fiore di Tiglio, tutti mieli 100% italiani. 

Tra le iniziative locali dedicate alla Giornata Mondiale delle Api,  citiamo quella messa a punto da un nutrito gruppo apicoltori che ha dato via alla Via del miele Astigiano. I soci di Aspromiele, Associazione Regionale Produttori Apistici del Piemonte, distribuiti su tutto il territorio della provincia di Asti, si sono dati come obiettivo quello di promuovere le loro produzioni e il loro territorio. Un modo nuovo e distintivo per promuovere l’Astigiano con la qualità naturale dei suoi mieli e di tutto l’affascinante mondo delle api che ne è alla base. 

Altre iniziative dedicate alla Giornata Mondiale delle Api sono più strettamente legate al mondo imprenditoriale. 

3Bee, è una startup agri-tech che con il progetto “Adotta un alveare 3Bee”, mette in contatto gli apicoltori (più di 123 aziende apistiche in Italia, in continua espansione) che possono vendere il loro miele tramite la piattaforma, facendo conoscere la loro realtà e il loro prodotto in tutta Italia (40 tonnellate solo nell’ultimo anno).  

Lush, brand etico di cosmetici freschi e fatti a mano, ha scelto di supportare Buono APS, un’associazione che si occupa di tutela ambientale e divulgazione scientifica tramite le api.  Dal 20 al 26 maggio, i proventi delle vendita della crema mani e corpo Charity Pot di tutti i negozi Lush e sul sito internet saranno interamente devoluti a Buono APS per la realizzazione di un Beehotel che si propone di accogliere tutti gli impollinatori selvatici dell’area del Bosco di Manziana. 

Giornata Mondiale Api - BeeHotel

Anche le utilities hanno avviato iniziative per il sostegno delle api, installando alveari sui tetti degli uffici o degli stabilimenti per la tutela della biodiversità e svolgere attività di biomonitoraggio grazie delle api, sentinelle dell’ambiente: tre alveari sui tetti degli uffici Enel X di Via Tor di quinto;  2 alveari nella centrale di cogenerazione di Torino Nord gestita da Iren Energia; tre alveari all’interno del perimetro del termovalorizzatore a Pozzilli di Herambiente.

Tre marchi di lusso dell’automotive concorrono alla tutela delle api e della biodiversità: Lamborghini passa da otto a dodici arnie nel Parco Lamborghini, e da 600.000 a 120.000 api in volo sul territorio. Rolls-Royce, il 20 maggio ha inaugurato un nuovo apiario a Dubai.

Bentley, che da tre anni a questa parte cura cinque alveari e 300.000 api, per la Giornata Mondiale delle Api ha deciso di dare vita a una nuova creazione: un torrone creato da una piccola azienda delle Cotswolds, primo “esperimento” culinario fatto con il miele che sino a oggi è stato destinato ai dipendenti.


Api e biodiversità

Dalla collaborazione tra Eataly, Slow Food e Arcoiris è nato anche il Bee Garden. Si tratta di un nuovo spazio verde tutto dedicato agli insetti impollinatori. Inoltre, il progetto Bee the Future, prevede di donare 10 milioni di semi semi biologici selezionati da Eataly in collaborazione con Arcoiris nei prossimi tre anni.

E infine, ma ovviamente non meno rilevante dal punto di vista dell’audience,  abbiamo il mondo dello spettacolo e dunque della grande efficacia della comunicazione sociale.

Nella Giornata Mondiale delle Api sono stati pubblicati  sui canali social ufficiali del National Geographic, uno scatto e un video che ritraggono Angelina Jolie ricoperta di api.

Con  l’Organizzazione delle Nazioni Unite per l’Educazione, la Scienza e la Cultura, assieme al marchio Guerlain, Angelina Jolie sta lavorando a un’iniziativa intitolata “Women for Bees” (le donne per le api). Un progetto importante grazie al quale verranno costruiti 2500 alveari da rifornire con 125 milioni di api entro il 2025.

Giornata Mondiale Api

 

Alex Crestan HENRY & CO.Alex Crestan
Project Manager HENRY & CO.